Eventi

Radici Vesuviane: è ora di piantarla

radici vesuviane

Lo scorso 30 Ottobre alla Masseria Guida di Ercolano, Laura Gambacorta e Fabio Oppo sono stati gli organizzatori di un evento dal nobile intento e dall’encomiabile obiettivo: Radici Vesuviane.

Per spiegarvi questa serata ho bisogno di fare un passo indietro. Quando sono tornata dal Cilento dopo le vacanze estive mentre guidavo in autostrada mi si è stretto il cuore. Le notizie di chi era rimasto in città durante quei giorni terribili mi arrivavano eccome, mia madre ad esempio mi diceva che era tanto contenta che i bambini non respirassero quell’aria pungente, pesante e nera.

Potevo immaginarla, ipotizzarla, ma non ne ho capito la gravità, finché non ho veduto la grande macchia scura al posto del verde d’un tempo. Per chi non abita alle sue pendici come me, dovete immaginare il Vesuvio come un Gigante Buono, certo un sottile filo di paura ci lega a lui per un probabile pericolo c’è in tutti noi, non v’è dubbio, ma sappiamo che lui è lì, a proteggere la sua popolazione, a distinguerla dalle altre, a renderla speciale, a benedire la terra che gli fa da cornice regalando ad essa frutti che sono invidiati dal mondo intero.

Quello che hanno fatto a lui e al Monte Somma, suo fratello, è qualcosa di infimo, meschino, scellerato e privo di ogni briciolo di senso, anche perché uccidendo lui, hanno ucciso anche noi, ma tra noi ci sono anche le famiglie di chi ha appiccato il fuoco. Ed è dopo questa doverosa premessa che vi parlerò di come invece questo evento abbia fatto qualcosa di prezioso.

Radici Vesuviane ha visto riunirsi le eccellenze del food & wine sotto lo stesso cielo proprio per raccogliere fondi e ripiantare alberi sulle montagne depauperate.

Pizzaioli, chef, panificatori, pasticceri e sommelier sono i protagonisti di questa serata eccellente che ci guidano in un percorso nel quale è impossibile non perdersi!

Ecco il video della serata, a cura di Enzo Pace fotografo e videomaker:

Tra tutti gli stand proposti, uno tra tanti merita un plauso particolare perché decisamente ha rubato la scena: un uomo, che con la sua abilità impila uno dietro l’altro coppie di pomodori, destinati a diventare piennoli bellissimi, rossi e sgargianti, uno dei tanti patrimoni di questa terra.

Gli chef Basilio Avitabile e Angelo Falanga, autoctoni del posto sono affiancati da tanti altri nomi eccellenti che proporranno piatti interessanti e gustosi.
Main sponsor dell’evento sarà Goeldlin Chef che ha  reallizzato le giacche di tutti i protagonisti della serata.
Angolo verde a cura dall’azienda vivaistica Oleaeuropea. Durante la serata sarà esposta l’opera dell’artista Massimiliano Mastronardi dedicata al Vesuvio.

Ecco le proposte:
Basilio Avitabile – Masseria Guida

Gramigna  con zucca appassita della masseria, raguttino di maialino nero, mozzarella di bufala, pinoli ed essenza di prezzemolo

Angelina Ceriello – ‘E Curti

Cuzztiello con polpetta al ragù

Alfonso Crisci – Taverna Vesuviana

Raviolo aperto di seppia con pasta di cozze, infuso di the matcha e polvere di alga dolce

Vincenzo Esposito – Villa Franca

Sorbetto di melagrana, crema di pinoli tostati, crumble alle erbe spontanee e limone verde

Angelo Falanga – La Casa del Massaro

Il Sartù

Maurizio Focone – Viva Lo Re

Crostino con fois gras, melanzane e porcini

 Luigi Russo e Consiglia Caliendo – La Lanterna

Zuppetta di fagioli con baccalà

Luigi Salomone – Piazzetta Milù

Pasta, patate e cenere

Giuseppe Pignalosa – Le Parùle

La Margherita e la Scottona

 Metamorsi

Miniburger con farina di segale, baccalà arrostito, stracotto di pollo, mozzarella di bufala e albicocca

 Fattoria Veneruso

Salsiccia di maiale nero affumicata alla nocciola su crema di parmigiano e cacao

 Panificio Filosa

Pane all’acqua di mare, casatiello, taralli, fresella

 Azienda agricola Sapori Vesuviani

Succhi di frutta all’albicocca, confetture, pomodorini del piennolo

 La pasta del pastificio Di Martino firmata D&G

Il momento dolce:

Cioccolateria Zeno

Cioccolattini  arancia, limone, basilico e nocciola

 Pasticceria Mennella

Paris brest e panettoni

 Pasticceria Generoso

Sapori del Vesuvio – crunch di caprese, mousse al cioccolato, babà al profumo dei limoni del Vesuvio, salsa ai frutti rossi

 Il beverage

Acqua San Pellegrino e Panna

 Iris Bar

Bloody Mary con pomodorino del piennolo, albicocca pellecchiella, Unicum e limone

 Bar Civico 33

Caffè freddo alle noci del Vesuvio

 I vini di:

Casa Setaro

Caprettone spumante metodo classico, Munazei Lacryma Christi bianco, Munazei Lacryma Christi rosso, Don Vincenzo Riserva Doc Lacryma Christi rosso

Poggio Ridente

Lacryma Christi bianco, Lacryma Christi rosso, Catalanesca

Sorrentino vini

Dorè Lacryma Christi bianco spumante, 7 Moggi piedirosso biologico, Frupa piedirosso, olio extravergine di oliva

Villa Dora

Forgiato Lacryma Christi rosso, Gelsonero Lacryma Christi rosso, Gelsorosa Lacryma Christi rosato, olio extravergine di oliva

Insomma grandi ritorni e suggestive novità, che hanno reso questa serata decisamente piacevole.

Torno a casa col cuore gonfio e felice, guardando il mio amico allontanarsi, nella speranza che mai più nessuno gli faccia così del male.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Torta di mais