Dove mangiare/ EXTRA

Hostaria Terra Santa, sapori e tradizioni

Hostaria Terra Santa ingresso

Qualche giorno fa ho avuto modo di cenare all’Hostaria Terra Santa, nel cuore del borgo medievale di Materdomini a Nocera Superiore proprio antistante al santuario. La prima cosa che mi colpisce è la facilità con cui si può parcheggiare che per me è sempre un plus valore alla struttura. L’atmosfera esterna è davvero suggestiva, l’ingresso e l’arredo urbano si sposano in maniera deliziosa alla piazza in cui c’è il ristorante. La locanda ha un sapore rustico, gli arredi sono di legno scuro, massicci e pesanti, pentole di rame appese si alternano ad altari ed edicole che fanno pensare subito alla struttura religiosa lì vicina. Ed infatti come mi spiega Carmine, il proprietario e gestore del locale, noi ci troviamo proprio un un’ala del santuario, ed è per questo che alcuni particolari architettonici sono stati lasciati sì intatti ma trasformati in nuovi elementi. I colori predominanti dell’Hostaria Terra Santa sono il noce e il rosso cardinale, che rendono calda e accogliente la sala e ben si sposano con il cotto del pavimento. Carmine ci fa assaggiare una serie di cavalli di battaglia, che trovo tutti molto saporiti, ben strutturati e con una ottima estetica nella composizione. Il menù del ristorante è ricco e variegato e di certo potrete trovare tanti piatti tipici e tradizionali della zona spesso rivisitati ma comunque storici e con ingredienti locali. Baccalà, cipolle, patate, broccoli sono spesso acquistati da aziende a km zero.

All’Hostaria Terra Santa c’è una cucina di sostanza e genuina.

 

Cosa ho assaggiato? Eh eh, ve lo dico subito! Carmine ci tiene al fatto che io assaggi sia le proposte di mare che quelle di terra, quindi provo la seppia scottata alla brace con pomodorini tenera e dal sapore ottimo, totani su vellutatata di patate piatto a mio avviso eccezionale, cupoletta di parmigiana di melanzane, bella nell’aspetto e buon all’assaggio, spaghetti alle vongole e pesto di pistacchi, spaghetti alle alici e colatura, mailino cotto a bassa temperatura con verdure miste. Ottima la birra artigianale offerta e pregiata la selezione dei vini. Rapporto ottimo qualità prezzo!

 

All’Hostaria Terra Santa ci tornerò di certo, perché sono molto curiosa di provare il menù invernale.

Io ho mangiato davvero in maniera egregia, per tanto vi invito a seguire la loro pagina Facebook 

Se ci andate, come sempre dite che vi mando io!

#hostariaterrasanta #km0 #foodporn #lifestyle #cucinacampana

 

 

@@@@
Buzzoole

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Penne norcine ai funghi