Dolci

Graffe: ricetta infallibile

Le graffe sono un vero e proprio peccato di gola! Chi è di Napoli come me fa subito un’associazione di idee: graffa= Edenlandia! L’Edenlandia per noi bambini degli anni 80 era un luogo magico, a parte che era gigante visto con i nostri occhi ma era davvero meraviglioso! Un luna park nel cuore della città che in pochi minuti svoltava il nostro pomeriggio.  Da piccola ero un po’ in carne e queste erano il mio sogno proibito!! Non potevo mai mangiarle e se lo facevo era proprio un’extra magari generosamente dato per un compleanno o una festicciola tra amici. Se non le avete mai provate dovete assolutamente farlo! E non c’è occasione migliore del carnevale per farle, magari per accontentare i bambini, ma anche agli adulti non dispiaceranno di certo! Si tratta si soffici ciambelline dolci, dalla pasta morbida e delicata che vengono fritte (aihmé ) in olio bollente e poi quando sono ancora belle calde si tuffano nei granelli di zucchero semolato! Che libidine! Qui a Napoli non c’è forno o pasticceria che non le abbia, il loro profumo è inconfondibile. Esiste poi tutta una corrente di pensiero sulla presenza o meno delle patate nell’impasto.

Sono davvero buonissime le mie graffe ecco gli ingredienti

  • 400 grammi di patate già lesse e sbucciate
  • 500 grammi farina manitoba
  • mezzo lievito di birra
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o vaniglina
  • buccia grattugiata di un limone BIO
  • 40 grammi zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 35 grammi burro morbido
  • 1 pizzico di sale
  • olio per friggere
  • zucchero semolato extra per coprire
  • una tazzina di caffè di latte

Graffe o ciambelle

 

Vediamo come fare le graffe napoletane

Mettete in un contenitore capiente o su una spianatoia, la farina setacciata , aggiungete lo zucchero e la buccia grattugiata del limone. Mescolate un po’ con la forchetta e al centro fate un buco, nel quale andrete a mettere l’uovo e le patate schiacciate, e il latte con il lievito sciolto,  quindi iniziate a mescolare prima con una forchetta e poi a mano.  Quando l’impasto comincia a prendere forma aggiungete il burro sciolto (io faccio 20 sec al microonde)  e per ultimo il sale.

Quando si sarà formata una bella palla omogenea, coprite con una pellicola e lasciate lievitare all’interno del contenitore stesso per almeno un paio d’ore. Trascorso questo tempo potete  stendere l’impasto e se avete l’attrezzino adatto a fare le ciambelle bene, altrimenti fate prima della palline da 50 grammi circa e poi  tanti “salamini” quindi chiudeteli a cerchio. Quando avrete fatto tutte le forme ricoprite con la pellicola e fate ri-lievitare per un’altra ora circa.

A questo punto potete friggere in olio bollente, vi basteranno 3 minuti per lato, passatele su un foglio di carta assorbente e poi giratele e rigiratele nello zucchero a semolato.

Le graffe napoletane sono una bomba!

Non vi resta che provarle e poi mi raccomando fatemi sapere se vi sono piaciute!

@@@@

Se come me ami cucinare metti un like alla mia pagina di fb e seguimi anche su instagram mi raccomando!  🙂

Grazie per aver visitato il blog di Francesca Pace….alla prossima!

Se hai feed, commenti o suggerimenti lasciami un commento, alla prossima!

****

—>Consigli per gli acquisti!

Non so se avete seguito queste sere I bastardi di Pizzofalcone… beh se vi è piaciuto, i libri lo sono ancora di più!

Vi lascio il link per acquistarlo, mi offrirete un caffè 🙂

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Simona Mondelli
    8 febbraio 2017 at 7:17

    Ciao Francesca, che tipo di olio usi? E a che temperatura si frigge? Sto cercando di perfezionare la tecnica e per cominciare ho bisogno di qualche dettaglio! <3

    • Reply
      admin
      8 febbraio 2017 at 7:55

      Ciao SImo, olio di semi e per la temperatura tra 170 e 180 gradi. Olio profondo mi raccomando 🙂

  • Reply
    Pangoccioli morbidissimi, la ricetta perfetta!
    13 febbraio 2017 at 8:08

    […] Se amate preparare i dolci da colazione vi invito a provare anche le graffe! […]

  • Reply
    Castagnole al cacao al forno - Francesca (e il suo blog)
    15 febbraio 2017 at 18:36

    […] il box dei commenti qui sotto!  E se siete in cerca di altre ricette per Carnevale vi propongo le graffe e le […]

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais