Dolci/ Senza categoria

I roccocò: dolci di Natale napoletani

roccocò

I roccocò sono un tipico dolce napoletano delle feste natalizie. In effetti qui a Napoli anche se non piace una cosa si deve prendere ” per buon augurio” “per usanza”. Non è una questione di spreco, anche perché c’è sempre qualcuno che mangia anche la tua parte ma è proprio per un desiderio di abbondanza e un segno di ospitalità. Ed è per questo che in quanto dolci di Natale siamo davvero imbattibili…una varietà incredibile di leccornie, e anche se si è mangiato tantissimo, si sparecchia si da una pilita rapida al tavolo e lo si allestisce per il grande buffet! E allora via con roccocò, mustaccioli, cassatine, struffoli, pasta reale e chi più ne ha più ne metta! I miei poi, avendo un forno di famiglia, quasi centenario, l’Antico Forno Pace per l’appunto,  sono sempre stata abituata a questi profumi inebrianti e quindi non potevo esimermi da avere questa grande passione per la cucina e la pasticceria.

 Ecco per questo motivo, tra un po’ che sarà Natale, non dovete perdere questa ricetta dei roccocò napoletani.

roccocò napoletani

Ingredienti

 

  • 450 gr di farina
  • 350 gr di zucchero
  • 1 cucchiaio di miele
  • 300 gr di mandorle con la buccia
  • 50 gr di arancia candita
  • 200 gr circa di succo di arancia
  • la buccia di 3 mandarini
  • 10 gr di cannella in polvere
  • 10 gr di pisto
  • 3 gr di ammoniaca
  • un pizzico di pepe nero
  • un pizzico di sale
  • un uovo
  • Ora seguite il procedimento per fare i roccocò originali

    Per prima cosa mettete le mandorle in un sacchetto per alimenti e rompetele con un mattarello. In una ciotola unire tutte le polveri. Quindi preparate una cremina frullare l’arancia candita con il miele e la buccia dei mandarini (mi raccomando gli agrumi possibilmente biologici o lavati bene) . Aggiungete  la crema ed il succo di mandarino in più riprese fino ad ottenere un impasto che risulterà appiccicoso, se lo fosse troppo sporcatevi le mani con la farina, oppure se i mandarini sono grossi fermatevi prima che sia troppo appiccicoso e non lavorabile. A questo punto potete aggiungere le mandorle, impastarle velocemente e mettere il tutto in un contenitore in frigorifero a riposare per una notte. Il giorno dopo riprendete l’impasto e fate tante palline da 100 g circa, quindi passatele nella farina come fossero polpette e fate dei salamini che poi chiuderete a cerchio. Occhio a non fare il buco troppo piccolo, perché l’ammoniaca li farà gonfiare. Spennellate i roccocò con l’uovo e  i infornare a 180° per circa 20 minuti circa ma teneteli d’occhio perché ogni forno è a sé.

    Come si ottengono roccocò morbidi?

    Ora qui viene il bello. Il roccocò è una manna per i dentisti…ovvero deve spaccare i denti! Ma mi rendo conto che non tutti vogliono provare questa ebbrezza, ma il “vero” deve essere durissimo. Quindi se li volete più morbidi lasciateli raffreddare all’aria, se li volete medi lasciateli raffreddare nel forno leggermente aperto, se li volete duri come pietre, da ciucciare poco alla volta toglieteli dal forno fateli un po’ intiepidire e rimetteli dentro a 100 gradi per 10 minuti circa.

    Se cercate altre ricette di Natale vi propongo il mio tronchetto salato, o i mitici mostaccioli al cioccolato!

    Se volete arricchire la vostra tavolata dei dolci ma per tempo non riuscite a farli, contattate la pagina del forno che spedisce in tutta Italia!@@@@@@@@@@

    Se come me ti piace cucinare,  lasciami un messaggio, oppure metti un like alla mia pagina di fb  e seguimi anche su instagram  dove c’è proprio tutto il mio mondo, food e non!!

    Grazie per aver visitato il blog di Francesca Pace….alla prossima!

    Se hai feed, commenti o suggerimenti lasciami un commento, ciao 🙂

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Plumcake alla zucca